Il molesto amore per la scrittura

23 Novembre 2011 8 Commenti Parola all'Autore

Prefazione della raccolta "Amori molesti"

In un paese che i libri non li compra e nemmeno li legge, ci vuole coraggio a coltivare il più molesto degli amori. Quello per la parola scritta. 

Ci dicono che siamo un popolo di scrittori che non sanno leggere, di imbrattafogli che pretendono a tutti i costi di vedersi pubblicati, di manoscritti che intasano le case editrici, rischiando di non lasciarle libere di pubblicare le storie che vendono. Ci stanno insegnando che il libro è un prodotto. Ci parlano di marketing, di packaging, di campagne promozionali. Si vende la bella copertina, lo scrittore-personaggio, la storia che cavalca l’attualità. Viene quindi da chiedersi con quale coraggio venti, tra uomini e donne, vogliano sfidare le logiche di mercato unendosi in una raccolta di amori molesti. Raccontati in barba a chi vorrebbe ridurre la passione per la scrittura a molesta e ingiustificata velleità. 

Quella che avete tra le mani è una scommessa. Una scommessa contro gli addetti ai lavori che da sempre pretendono di sapere, più e meglio dei diretti interessati, cosa il lettore voglia leggere. Cosa il lettore, questa specie in via di estinzione, cerchi in un libro. Ebbene, il lettore vuole una storia. Vuole che la parola scritta trasudi emozione. Vuole dimenticarsi di se stesso, viaggiare sulle ali della fantasia. Vuole riconoscersi, trovare risposte, formulare nuove domande. Vuole che le parole gli siano guida e suggestione, mai didascalia. 

Vi starete chiedendo come possa esser certa che i venti racconti di questa antologia soddisfino tutte queste richieste. Vi rispondo dicendo che Amori molesti è un esperimento mai tentato prima. La realizzazione di una piccola utopia. Perché questi racconti sono sopravvissuti a un lavoro di scrematura svolto proprio da coloro che, di solito, sono i fruitori finali di scelte altrui: lettori.

Yabooks, questo consesso di sognatori dell’editoria, ha formato delle commissioni che, lavorando in autonomia una dall’altra, hanno selezionato i racconti pervenuti sulla base delle esperienze di lettura dei rispettivi membri. Nessuno degli scrittori ha pagato quote per partecipare alla selezione. Nessuno dei venti selezionati ha pagato costi di pubblicazione. Ogni fase del progetto ha visto protagoniste persone che hanno creduto nell’iniziativa, dedicando tempo ed entusiasmo, senza ricavarne altra ricompensa se non quella di veder pubblicati racconti che meritano di essere letti. Scritti da autori cui non sarebbe bastato saper scrivere (e questi venti sanno scrivere) per trovare uno spazio editoriale...

La community di Yabooks è nata sulla base di due rivoluzionarie convinzioni:
- i lettori sanno scegliere;
- ci sono tanti scrittori sconosciuti al pubblico che sanno scrivere.

Affermazioni che scatenerebbero polemiche infinite se lasciate cadere in un consesso di addetti ai lavori. Affermazioni che andavano, comunque, dimostrate. Il libro che vi accingete a leggere è la prova provata che la democrazia diretta, almeno in editoria, funziona. E noi italiani, popolo di grafomani dalle tendenze diaristiche, ne usciamo riscattati. Perché non è facile affrontare un tema come quello degli amori molesti senza cadere nella banalità.

Ci vogliono scrittori degni di tale nome per regalarci piccoli gioielli come “Azzurro”, come “La signora Boumier e la sua tecnica”, come “Quattro in condotta”. Lo dico da lettrice e rivendico il diritto di segnalarveli, senza nulla togliere agli altri. Perché i lettori sono i veri padroni di questo libro e perché ognuno di noi stilerà la propria personale classifica di stile, di immagini, di coinvolgimento. Nessuno di questi racconti potrà lasciarvi indifferenti. Gli uomini e le donne che ne sono protagonisti vi resteranno nella mente, una volta chiuse le pagine. Vi commuoveranno, vi faranno arrabbiare. Forse vi ricorderanno una parte di voi e della vostra vita. Di sicuro vi faranno riflettere, scavando nelle profondità del nostro modo di amare ed essere amati. Direi che a un libro nessuno di noi abbia mai chiesto di più.

Laura Costantini

www.lauracostantini.eu
http://lauraetlory.blogspot.com

Commenti (8)

Recensione meravigliosa... firmato umile utopica lettrice! Non vedo l'ora di leggerli!!!

Giusy (Scarlett) Teresano

A me questa prefazione mette i brividi... di piacere! Oltre a descrivere stupendamente il nostro progetto editoriale, coglie in pieno lo spirito di Yabooks. I Libri ai Lettori! Grazie Laura :-)

Alessandra

ringrazio Luca per la gentile risposta
@Alessandra : La raccolta è in distribuzione nazionale, quindi la trovi nelle librerie (non in tutte ma nelle principali), se al momento quella "specifica" libreria ne è sprovvista puoi ordinarlo, o meglio ancora, visto che gli iscritti di YB hanno uno sconto del 25\%, puoi ordinarlo on line direttamente alla casa Editrice. Sfortunatamente al momento l'Editore, che ha pubblicato senza chiedere un contributo economico, ci ha fornito poche copie che adesso vorremmo adoperare per fare promozione. Manda a collabora@yabooks.eu il tuo indirizzo, appena in possesso di ulteriori copie, provvederemo ad inviarle agli autori. Grazie e complimenti.
Perchè? Mettere insieme Commissioni on line di persone "normali" con la "sola" capacità di essere accaniti Lettori, confrontare le opinioni ed arrivare a scegliere ciò che è uscito da questi raffronti, essere il Concorso aperto a tutti senza alcuna quota di iscrizione, e pubblicare senza nessun contributo economico è una cosa che è già capitata? Allora forse mi è sfuggito qualcosa!!!!!
Please login to comment

Ultimi Posts

Commenti alle recensioni

Ultime recensioni

Ammaliante
Di Scarland

Leggi la recensione

Non fa per me
Di Scarland

Leggi la recensione

Evitabile
Di Scarland

Leggi la recensione

Bellissimo!
Di Scarland

Leggi la recensione

il potere del cane
Di ronnie_dio

Leggi la recensione